Strategia “lancio”

Permettimi di regalarti un’altra strategia fondamentale per trattenere, non perdere o riattivare i già clienti evitando che vadano a portare i loro soldi altrove.

La strategia si chiama semplicemente “Lancio” e in maniera sintetica consiste nel comunicare ai tuoi già clienti e in particolare ai tuoi clienti migliori la vendita o un’offerta su un prodotto prima che sia disponibile
al pubblico generale.

Per fare un esempio generico, è ciò che strategicamente dovrebbe fare chi ha un esercizio tipo negozio, al posto di quella bestialità chiamata “Saldi”.

I “Saldi” sono un modo idiota di lavorare. Sono gli “sconti di cittadinanza”. Imprenditoria social-comunista. Ogni offesa che ti viene in mente è buona.

In sintesi, invece che mettere la merce delle varie collezioni in vendita normalmente e poi dover smaltire l’invenduto a forza di “saldi” di fine stagione che tanto attirano “cacciatori di sconti” che non vuoi come
clienti e comunque non tornano a comprare a prezzo pieno durante l’anno… fai un “Lancio”.

Fare un lancio significa che contatti tutti i tuoi già clienti (li hai censiti per nome, cognome, numero di telefono, indirizzo fisico? Ecco, bravo…) e gli comunichi che la settimana prossima sarà disponibile al pubblico generico la nuova collezione.

Ma visto che loro sono tuoi affezionati clienti, hai creato un evento speciale a porte chiuse solo per loro, i possessori della tua tessera VIP, nei quali potranno visionare la merce prima di tutti e comprarla con un’offerta vantaggiosa, prima che vada al pubblico a prezzo pieno.

Ecco uno dei tanti modi strategici per evitare la pantomima nazional-popolare dei saldi riattivando tra le altre cose tutti i tuoi clienti target che saranno ben felici di ricevere un trattamento speciale e una piccola
promo di incentivo.

Non serve la bacchetta magica né una banca che ti faccia credito quando in realtà stai affondando perché non sai gestire bene l’attività. Serve un pò di buonsenso.

Ti mostro una bozza di lettera di riattivazione che ho creato a volo come esempio. Modifica e adatta questa traccia al tuo settore. “Ma il mio settore è differente” l’abbiamo già abbondantemente superata. Dai.

<<Caro “Nome Cliente” (se non hai un cliente che si chiama Nome di nome e Cliente di cognome, sostituisci con il nome e il cognome appropriato).

Come un nostro cliente storico e appassionato di auto di lusso, penso le farebbe piacere sapere che presto avremo in salone la nuova BMW Serie 7. In caso non avesse ancora avuto modo di informarsi, la nuova
Serie 7 è lo stato dell’arte della BMW. Non sto esagerando. È basilarmente la più lussuosa, raffinata e potente ammiraglia che sia mai uscita da una casa automobilistica tedesca.

La tecnologia che sta alla base della Serie 7 fa impallidire ogni possibile concorrente della categoria, rendendo la concorrente diretta Mercedes Classe S una sorta di obsoleto barcone usato ormai solo dai
conducenti di Uber.

È al momento l’unica auto al mondo della sua categoria capace di parcheggiarsi da sola e uscire da sola dai parcheggi… anche da quelli più stretti e angusti. Questo nel caso dovesse mai per caso prestarla a sua
moglie… (scherzo, lei mi conosce).

Le sto scrivendo quindi per tre ragioni. La prima, è che lei ama BMW. Due, so che possiede una meravigliosa Serie 5 e devo dire che la ricordo chiaramente per gli allestimenti che ha scelto, fuori dallo standard e che
non si scordano facilmente. Gli intarsi personalizzati di alluminio rosso che ha voluto nel volante sono stati il tocco di classe che me l’hanno resa indimenticabile e tutti qui da noi in salone ne parlano sempre quando
si cita per qualunque motivo la Serie 5.

Il terzo motivo è che sono disposto (e sono già stato autorizzato dal titolare con il quale mi sono permesso di intercedere per lei senza impegno da parte sua ovviamente ma muovendomi con largo anticipo) a offrirle
un generosissimo affare nel ritirare la sua Serie 5 e cambiarla con una Serie 7 nuova fiammante, supervalutando il suo usato 3.000€ oltre il listino ufficiale e scontandole di ulteriori 5.000€ la Serie 7 rispetto al prezzo con la quale la promuoveremo al pubblico, ovviamente considerando il tutto IN
AGGIUNTA alla scontistica che le abbiamo sempre fatto.

Se fosse interessato a provare su strada questa formidabile auto per primo, mi chiami stasera o domani. Se quella che abbiamo disponibile in salone non mi fosse già stata soffiata da qualche collega (spero di no se ci
muoviamo subito) le farò consegnare l’auto in prova sotto al suo ufficio e potrà tenerla per quattro ore, con una bottiglia di Champagne ghiacciato come regalo da parte mia e del nostro salone per lei.

Se non le fa venire le vertigini e mancare il fiato in quel lasso di tempo, la parcheggi nuovamente sotto al suo ufficio e verremo a ritirarla senza problemi, sperando di poterla soddisfare nuovamente in futuro.

Se invece come credo la troverà irresistibile, venga con la sua nuova Serie 7 in ufficio personalmente e le faremo trovare pronte tutte le carte da firmare.

Con stima>>


Ora, questa è solo una delle strategie che puoi ricevere costantemente se entrerai a far parte di PROGECTUM.

Ora fermati e respira. Secondo te solo con questa lettera (che tu puoi anzi devi riadattare al tuo caso specifico e gratis), quanti soldi porta al venditore di auto? Pensa una cifra? Ok… ora aggiungi uno zero. Ok,
ora respira di nuovo. Aggiungine un altro. Visualizzi la cifra? Ecco, è quella.

Prova a pensare cosa significherebbe per la tua attività essere esposto a materiali strategici del genere.
Quanto potresti guadagnare di più rispetto a oggi? Fai le debite proporzioni. Se questo è il materiale gratis che ricevi in una email, quanto vale il vero materiale del Progectum?

Beh, potrai scoprirlo solo se sarai rapidissimo e deciderai di passare da ragazzino a uomo, facendo il salto verso “l’ammiraglia” di Progectum.